Benefici e svantaggi: quello che devi sapere riguardo la "luce blu".


PIÙ COMFORT VISIVO PIÙ SICUREZZA

Trascorri molto tempo davanti a tablet, cellulari o computer? Allora questo è l’articolo che fa per te! Sai che esistono lenti che ti proteggono da tutti i dispositivi digitali? Sono le lenti con il filtro luce blu. Cos’è la luce blu? Di quanta luce blu abbiamo bisogno? Come e quando dovremmo proteggerci da essa? Da un lato la luce blu può rappresentare un utile strumento per combattere la depressione invernale e l’insonnia, dall'altro lato però può causare danni permanenti all’occhio umano. Vediamo ora gli aspetti benefici della luce blu:


La luce non ci aiuta solo a vedere, ma è anche un importante mezzo per regolare i nostri ritmi biologici e influisce sul nostro benessere generale. Il sentirci o meno svegli, concentrati e produttivi dipende anche da essa. Studi scientifici hanno confermato l'effetto biologico della luce sul nostro corpo, ad esempio la luce ultravioletta influisce sulla produzione di vitamine. L'esposizione alla luce intensa, e in particolare alla porzione di luce blu, influisce sul nostro equilibrio ormonale. Gli ormoni nel corpo regolano il modo in cui le persone si sentono nonché il loro ciclo sonno-veglia. La porzione di luce blu nella luce diurna è relativamente alta, mentre è significativamente ridotta la sera. In condizioni di forte illuminazione esterna, il corpo secerne serotonina – nota anche per essere uno degli "ormoni della felicità" – e cortisolo, un ormone dello stress. Entrambi ci fanno sentire svegli e attivi. La melatonina invece è considerata l'ormone del sonno e ci fa sentire stanchi e ci induce a dormire profondamente quando è buio. La luce blu che raggiunge la retina influisce anche sul nostro benessere psicologico, per questo motivo la fototerapia viene utilizzata con successo per trattare la depressione invernale e l’insonnia.

Ma, anche in questo caso, vale l'assioma "tutto con moderazione": un'esposizione eccessiva alla luce comporta anche rischi e può essere dannosa. Passiamo allora agli effetti nocivi della luce blu:


Una quantità eccessiva di luce nell’intervallo ultravioletto e blu-violetto può danneggiare l’occhio umano. Oltre a provocare un’infiammazione dolorosa della congiuntiva e della cornea, può anche causare danni al cristallino, ad esempio la cataratta, e alla retina, come nel caso della degenerazione maculare. Questo è il motivo per cui è così importante indossare occhiali da sole con una protezione del 100% contro i raggi UV in condizioni di intensa luce solare, soprattutto in presenza di forte abbagliamento, come su uno specchio d’acqua o sulle piste da sci.

Come dobbiamo comportarci negli ambienti interni? Le lenti con il filtro per la luce blu sono l'ideale! Se indossiamo gli occhiali prevalentemente in ambienti chiusi, è logico che le lenti da vista non necessitino di protezione UV. Tuttavia, è possibile scegliere lenti bianche con filtro per la luce blu. Ma perché? Un filtro blu è un trattamento sviluppato specificatamente per chi trascorre molto tempo al chiuso e soffre per l’effetto della luce emessa dalle lampadine LED, dalla TV o dai monitor dei computer che possono causare irritazione e affaticamento. Tale tipo di lente assicura un benessere visivo a 360 gradi poiché consente solamente alla luce blu “salutareˮ per il nostro corpo di attraversare la lente. Oltre a questo si possono avere tattamento indurente e CleanCoat per una facile pulizia: tutto compreso!

Adesso resta solo che provarle, cosa aspetti?


Archive
Search By Tags